Come scegliere la cravatta per il matrimonio

By | 31 luglio 2014

Come scegliere la cravatta per il matrimonio

 

E’ arrivato il momento più importante della vita, il matrimonio, ed è arrivato anche il momento di decidere i vestiti da cerimonia da utilizzare. La sposa si sa, di tradizione deve scegliere il vestito più bello in assoluto, curando nei minimi particolari il suo aspetto. Ma anche l’uomo non può essere di meno, dall’abito alla cravatta da abbinare. Ed ora la fatidica domanda, come scegliere la cravatta per il matrimonio?

Per alcuni è un accessorio ormai fuori moda, per altri un vero e proprio fastidio, ma un abito da sposo senza la cravatta non si può vedere, perché quest’ultima rende il tutto molto più elegante ed apprezzabile all’occhio. La scelta della cravatta vera e propria può sembrare semplice, e lo sarà prendendo alcuni accorgimenti essenziali.

Considerando che la camicia comunque sarà bianca, sotto l’abito da sposo, è importante scegliere la cravatta per il matrimonio in base alla corporatura dell’uomo, in questo modo:

  • Cravatta fina e lunga: Adatta per uomini alti
  • Cravatta larga: Adatta per uomini di media altezza, con corporatura massiccia
  • Papillon: Accessorio passato di moda, ma per gli appassionati adatto per qualsiasi altezza e corporatura

Una volta decisa la forma della cravatta da sposo che si adatta per la maggiore alla vostra altezza e corporatura, passiamo al tessuto dove non possiamo sbagliare, la seta pregiata è il tessuto che si utilizza sempre per il matrimonio, dunque optiamo per questo. Il terzo passo è il colore che, a differenza del tessuto, può variare, come?

Cravatta da sposo

  • Colore scuro: Classico abbinamento con la giacca scura, solitamente di colore blu, abito che fa sempre il suo effetto.
  • Colore chiaro: Adatto per matrimoni estivi o primaverili, più gettonato tra le giovani coppie che scelgono questa varianza abbinata ad un abito chiaro. I colori consigliati sono il beige o il grigio chiaro.
  • Fantasie: Prestare particolare attenzione per le fantasie, non devono essere troppo vistose, magari che riprendono la tipologia di abito, sconsigliamo ai “meno esperti”, se non si sa realmente quello che si sta indossando.

Ora che sappiamo finalmente come scegliere la cravatta per il matrimonio, ci manca l’ultimo passo per aver terminato la nostra ricerca. Il nodo cravatta adatto a noi. Di nodi di cravatta ne esistono davvero troppi, ognuno caratteristico, divisi in base alla lunghezza delle cravatte, ai tessuti, alle corporature e via dicendo. I più utilizzati per il matrimonio sono:

  • Nodo cravatta semplice: Il nodo semplice è il metodo classico per fare il nodo alla cravatta, quello che conosciamo più o meno tutti. Adatto per uomini di altezza media o elevata. Per scoprire come fare il nodo cravatta semplice seguire il link.
  • Nodo windsor: Nodo elegante per eccellenza, più difficile da realizzare del nodo semplice ma, se eseguito correttamente, decisamente di grande impatto che dimostra di essere eleganti anche nel fare il nodo alla cravatta. Adatto per uomini di media o piccola altezza. Per scoprire come fare il nodo Windsor seguire il link.
  • Nodo cravatta doppio: Questo tipo di nodo è molto simile al nodo semplice, con la differenza che si ha una seconda rotazione della gamba quindi un nodo più spesso e presente. Adatto per qualsiasi altezza. Per scoprire come fare il nodo doppio seguire il link.

Nodo cravatta

Bene, ora che sappiamo come scegliere la cravatta per il matrimonio siamo pronti per la cerimonia, scegliete la cravatta ed il metodo per annodarla che più fa per voi e dimostrate di essere almeno all’altezza dell’abito della vostra sposa, senza toglierle il giusto spazio.