La Cravatta

By | 14 luglio 2014

Nodo Cravatta

La cravatta, elegante e raffinata è l’accessorio che fin dai tempi antichi, ha assunto un ruolo di primaria importanza nella sfera maschile. La cravatta è considerata a tutti gli effetti un elemento distintivo e indispensabile che non puà mancare nel guardaroba di ogni uomo, che assieme alla camicia, conferisce a chi la indossa, un tocco in più di classe e originalità. E’ indossata da molti uomini in tutte le parti del mondo e rappresenta un vero e proprio simbolo del look maschile. Il suo utilizzo ricorre nella vita sociale e nelle relazioni, in occasione di eventi importanti ma anche in ambito lavorativo. In commercio esiste una vasta scelta di cravatte, tra forme e colori tra i più disparati, in grado di soddisfare i gusti dei più esigenti, che ricercano un segno particolare, formale e soprattutto distintivo.

Nodo cravattaLe origini della cravatta risalgono a diversi secoli fa. In principio era nota solamente come un semplice fazzoletto legato al collo dai legionari romani. Successivamente in Francia, durante il regno di Luigi XIII, i soldati croati arruolati nell’Esercito francese, portavano al collo un foulard legato con un nodo. Durante questo periodo, anche il re di Francia adottò nella sua corte il sistema della cravatta come un accessorio nobile e pregiato, apportando una nuova immagine alla stessa e conferendole un’impronta decisamente più sfarzosa con nastri e merletti. Pian piano la moda e l’uso di questo elemento si è diffuso nel resto dell’Europa e intorno al 19° secolo nacque una nuova cravatta chiamata “marinara“, che resta comunque la base della cravatta fino ai nostri gironi. Infine nel 1926, Jesse Langdorsf, un cravattaio di origini americane, ebbe la brillante idea di eseguire dei tagli in diagonale e confezionarla in tre parti. Nacque così l’era della cravatta moderna che si è evoluta e continua ancora oggi ad evolversi e riscontrare successo tra la moda maschile.

Nonostante sia un accessorio ricercato e apprezzato in tutto il mondo, molti uomini rinunciano ad indossarla per via del fatidico nodo e per paura di sbagliare. Il nodo della cravatta è fondamentale e deve essere sistemato nel modo corretto, altrimenti si rischia di dare un’immagine non consona al comportamento di una persona. Esistono tantissimi modi per realizzare un nodo alla cravatta e secondo una ricerca effettuata, sono presenti ben 85 nodi cravatta, anche se solitamente quelli che vengono maggiormente e comunemente più utilizzati sono solamente una decina. Conoscere e imparare la varietà dei nodi cravatte è sempre molto utile, qualora si voglia dare un aspetto diverso alla propria immagine e a seconda delle circostanze, un nodo, si presta in una certa situazione rispetto ad un altro.

Nodo cravatta

Fare il nodo alla cravatta, richiede una certa abilità ma non per questo deve destare timore. Vedrete che con pochi e semplici passi il nodo alla cravatta non sarà più un problema. Come già accennato poco fa, i nodi cravatta sono tanti e fra i più importanti ricordiamo il nodo cravatta semplice, il nodo doppio, il nodo Windsor, il mezzo Windsor, il nodo piccolo e il nodo papillon.

Il nodo cravatta semplice è il classico nodo più utilizzato, si adatta perfettamente ai colli di tutte le camicie. Questo nodo cravatta si presenta generalmente con una forma allungata a cono e a seconda dello spessore della cravatta ,il nodo può risultare più largo o più stretto. Il nodo doppio, si differenzia dal primo per il doppio giro di nodo e si adatta a tutte quelle cravatte che non hanno uno spessore troppo largo. Il nodo Windsor, invece è un nodo utilizzato per le occasioni più importanti, sui colli aperti e deve risultare generalmente al centro del collo in modo da nascondere il bottone superiore della camicia. Il mezzo Windsor, è un nodo elegante, di forma triangolare e si adatta alle cravatte sottili, non molto spesse. Il nodo piccolo è perfetto nelle camicie a collo stretto ed è anche il modo più semplice per annodare una cravatta. Infine, il nodo papillon, si sposa perfettamente con le camicie con collo diplomatico e viene preferibilmente portato con lo smoking.